Te voglio bene assaie
Massimo Ranieri

Back to the songs index - | -Torna all'indice delle canzoni

TESTO ORIGINALE IN NAPOLETANO

Pecché quanno me vide
te 'ngrife comm''a gatto?
Nenne' che t'aggio fatto?
ca no mme puo' vedé?
Io t''aggio amato tanto
si t'amo tu lo saie
 
Te voglio bene assaie
e tu nun pienze a me!
 
Nzomma, songo io lo fauzo?
Appila, sie' maesta:
Ca l'arta toia è chesta
lo dico mmeretà.
Lo jastemma' vuria
lo juorno ca t'amaie!
 
Te voglio bene assaie
e tu nun pienze a me!
 
La notte tutte dormeno,
e io che buo' durmì!
Penzanno a Nenna mia
me sent'ascevulì!
Li quarte d'ora sonano
a uno, a ddoje, a tre...
 
Te voglio bene assaie
e tu nun pienze a me!
 
Ricordate lo juorno
che stive a me becino,
e te scorreano nzino
le lacreme accossì.
Diciste a me: Non chiagnere
ca tu lu mio sarraje...
 
Te voglio bene assaie
e tu nun pienze a me!
 
Guardame nfaccia e bide
comme song'arredutto:
sicco, peliento e brutto
Nennella mia, pe' tte!
Cusuto a filo duppio
cu te me vedarraje...
 
Te voglio bene assaie
e tu nun pienze a me!
 
Saccio ca nun vuo' scennere
la gara quanno è scuro,
vatténne muro, muro,
appojete ncuollo a me...
Tu n'ommo comme a chisto
addó lo truvarraje?
 
Te voglio bene assaie
e tu nun pienze a me!
 
Quanno so fatto cennere
tanno me chiagnarraje,
sempe addimannarraje:
Nennillo mio addó è?
La fossa mia tu arape
E là me truvarraje...
 
Te voglio bene assaie
e tu nun pienze a me!
TRADUZIONE IN ITALIANO
 
Perché quando mi vedi,
ti impenni come il gatto?
Oh, ragazza che ti ho fatto,
che mi disprezzi tanto?!
Io ti ho amato tanto…
Se ti amo tu lo sai!
 
Io ti voglio bene assai…
e tu non pensi a me!
 
Insomma il falso sono io?
cerca di rimediare così:
perché questa è la tua arte
lo dico in verità.
Io vorrei bestemmiare
il giorno che ti amai!
 
Io ti voglio bene assai…
e tu non pensi a me!
 
La notte tutti dormono,
ma io, che vuoi dormire?!
Pensando alla mia donna,
mi sento venir meno!
I quarti d'ora suonano
ad uno, a due, a tre…
 
Io ti voglio bene assai…
e tu non pensi a me!
 
Ricordati il giorno
che mi stavi vicino,
e ti scorrevano, in grembo,
le lacrime così!…
Mi dicesti: "Non piangere,
che tu sarai mio…"
 
Io ti voglio bene assai…
e tu non pensi a me!
 
Guardami in faccia e vedi
come mi sono ridotto:
Magro, tutta pelle e brutto,
ragazza mia, per te!
Cucito con un doppio filo,
con te mi vedrai…
 
Io ti voglio bene assai…
e tu non pensi a me!
 
So che non vuoi abbassare
la grata quando è buio…
Vai radente il muro,
appoggiati a me…
Tu, un uomo come questo,
dove lo troverai?
 
Io ti voglio bene assai…
e tu non pensi a me!
 
Quando sarò diventato cenere,
allora mi piangerai…
Allora domanderai:
il mio ragazzo dov'è?!
Apri la mia fossa
e là mi troverai…
 
Io ti voglio bene assai…
e tu non pensi a me!
   

Who We Are - | - Southern Italian Immigration - | - Names on the Families Who Emigrated - | - Growing Up Italian American - | - Lodging in Campania & Southern Italy

Italian Dual Citizenship - | - Italian American Writers - | - Translations - | - Neapolitan Music